Hai bisogno di aiuto?

Cell. 393 90 18 220 • Tel. 055 66 71 40

Patologie

Le patologie al piede

Il dolore ai piedi è una delle condizioni più gravose e invalidanti che può portare il paziente a una qualità della vita molto bassa fino ad arrivare ad una sua immobilizzazione.

Molte patologie sistemiche, la prima su tutte il Diabete Mellito con il piede diabetico, e le malattie reumatiche con il piede reumatoide, hanno come bersaglio il piede.

Quadri clinici più semplici ma molto dolorosi come l’onicocriptosi (unghia incarnita), l'ipercheratosi (calli) e molti altri, portano spesso a complesse sintomatologie e limitazioni funzionali che possono, in alcuni casi, sfociare in problematiche ben più serie.

Di seguito sono riportate alcune delle patologie più frequenti.

Patologie trattate con

(vedi tutte le patologie)

Alluce rigido

(Sindrome da sovraccarico funzionale)

È la degenerazione della prima articolazione metatarso-falangea, cioè l’articolazione alla base dell’alluce, che con la comparsa di osteofiti, sul dorso della testa metatarsale e alla base della prima falange, impediscono l'escursione articolare dorsale del dito. Le cause in genere sono un trauma o più microtraumi ripetuti. Può essere una patologia molto dolorosa e invalidante.

trattamento

Alluce valgo

(Sindrome da insufficienza del primo raggio)

Si manifesta come una deviazione laterale dell'alluce verso le altre dita, con cui entra in conflitto. Associato a sindrome pronatoria e a lassità legamentosa, provoca alterazioni secondarie quali dita a martello e metatarsalgie, con conseguente sviluppo di tilomi e elomi (calli) dolorosi.

trattamento

Dermatofitosi o tinea pedis

(Piede d'atleta)

È una infezione micotica superficiale della pelle causata da un fungo che si localizza inizialmente nell'ultimo spazio interdigitale del piede. È favorita da ambiente umido. Si manifesta con un rossore localizzato e fissazioni, prurito e desquamazione.

trattamento

Disidrosi

Detto anche Eczema disidrotico, è caratterizzato da piccole vescicole profonde prodiginose contenenti siero trasparente che con il tempo si riassorbono lasciando la pelle secca e screpolata, che tende a rompersi.

trattamento

Elomi

(Occhio di pernice)

Detto anche callo molle, è un ispessimento della pelle che insorge nello spazio interdigitale, è causato dalla pressione reciproca fra le due dita adiacenti.

trattamento

Fascite plantare

È il dolore della fascia plantare tipicamente riferito al tallone, ovvero la struttura muscolo-tendinea che collega il tallone (calcagno) alla radice di ogni dito del piede. Dovuto a stress meccanico del piede o a pronazione dello stesso, è più acuto al risveglio e se sollecitato da un’attività fisica intensa.

trattamento

Ipercheratosi

(callo)

Aumento dello spessore dello strato corneo dell'epidermide, in genere dovuto a sollecitazione meccanica da parte di una scarpa inadeguata, talvolta dovuto da sovraccarico funzionale accentuato, conseguenza di una sbagliata postura del piede.

trattamento

Metatarsalgia

Infiammazione dolorosa delle articolazioni metatarso-falange del piede, cioè l’articolazione alla base dell’alluce, che si esprime anche con la comparsa di ipercheratosi diffusa e/o tilomi profondi in corrispondenza delle teste metatarsali interessate. Dovuta prevalentemente a squilibrio funzionale del piede (scarpa con tacco troppo alto o da postura scorretta).

trattamento

Onicocriptosi

(unghia incarnita)

Nota anche come ipertrofia del bordo o del vallo ungueale o unghia ipertrofica, è determinata dalla penetrazione dei bordi ungueali nei tessuti molli circostanti, essenzialmente dovuta a tre fattori quali: microtraumi, taglio non corretto dell'unghia, iperidrosi.

trattamento

Onicofosi

È un fastidioso accumulo di ipercheratosi (callo) nel vallo ungueale, cioè intorno alle unghie, dovuto principalmente all'uso di calzature strette o a verticalizzazione e involuzione dell'unghia. 

trattamento

Onicogrifosi

Ipertrofia (ispessimento) ungueale che si manifesta con una evidente deformazione della lamina detta a ‘gancio’ o a 'corno d'ariete', dovuta ad un’alterazione della matrice e del letto ungueale, a traumi ripetuti, a calzature inadeguate o da malattie sistemiche che impediscono il supporto nutritivo necessario.

trattamento

Onicomicosi

Infezione dovuta a funghi che appartengono alla famiglia dei dermatofiti o anche da lieviti e muffe. Si manifesta con la comparsa di macchie biancastre ai lati o al margine libero dell'unghia, fino a coprire tutto il letto ungueale e, talvolta, compromettendo la matrice dell’unghia.

trattamento

Psoriasi

Malattia infiammatoria cronica della pelle non infettiva e non contagiosa, sembra essere legata a fattori autoimmuni, genetici e ambientali. Si manifesta con la comparsa di placche, ispessimento e arrossature, coperte da squame di colore grigio che spesso provocano prurito e bruciore, se le lesioni sono localizzate in punti di estensione (gomiti, ginocchia ecc.) la pelle può arrivare a lesionarsi (rompersi).

trattamento

Psoriasi ungueale

Patologia a carattere infiammatorio sistemico che colpisce la lamina ungueale con la presenza del cosiddetto 'pitting', ovvero piccole lesioni puntiformi depresse, lesioni striate longitudinali o trasversali e ipercheratosi subungueale.

trattamento

Tallodinia

(Tallonite)

Condizione infiammatoria dolorosa localizzata al tallone. Può derivare da borsiti, tendiniti, fasciti, spina calcaneale e da fratture da stress. Le cause possono essere l'obesità o il sovrappeso, l'artrosi, problematiche posturali, calzature inadeguate, attività sportiva, malattie reumatiche e malattie sistemiche come la gotta.

trattamento

Tilomi

(Callo profondo)

Ipercheratosi (ispessimento cutaneo) concentrata e profonda di forma conica, localizzata più comunemente sulla superficie dorsale dell'articolazione interfalangea e nella pianta del piede.

trattamento

Unghia involuta

Alterazione della convessità trasversale della lamina ungueale che può essere molto dolorosa, si manifesta in tre forme: a pinza, a tegola, con margini laterali ad angolo acuto.

trattamento

Verruche

Infezione della pelle causata dal virus della famiglia del Papilloma Virus (HPV1), facilmente riscontrabile in pazienti che frequentano palestre e piscine o con un indebolimento del sistema immunitario. Si tratta di formazioni costituite da un nucleo di tessuto e rivestito da vari strati di epidermide.
Se sono presenti in punti di appoggio possono essere molto dolorose.

trattamento